Fisioterapia Pavimento Pelvico

ll pavimento pelvico è costituito da un insieme di muscoli e fasce, che chiudono in basso la cavità addomino-pelvica, tali strati si estendono come un’amaca partendo dall’osso sacro fino all’osso pubico.

I muscoli del pavimento pelvico svolgono un ruolo importante nel controllo della vescica, dell’intestino e nell’attività sessuale.

Tali muscoli possono essere indeboliti sia nella donna che nell’uomo.

Infermiera parlando al paziente

Nella donna:

 

  • Gravidanza e parto;

  • Sforzi continui per evacuare (stitichezza);

  • Continuo sollevamento di pesi;

  • Tosse cronica (ad esempio, tosse del fumatore o bronchite cronica e asma);

  • Obesità;

  • Modifica dei livelli ormonali in occasione della menopausa (climaterio);

  • Mancanza di forma fisica.

Nell’uomo:

 

  • Interventi chirurgici alla prostata;

  • Sforzi continui per evacuare (stitichezza);

  • Continuo sollevamento di pesi;

  • Tosse cronica (ad esempio, tosse del Fumatore o bronchite cronica e asma);

  • Obesità;

  • Mancanza di forma fisica.

Le tecniche riabilitative perineali svolgono un ruolo preventivo strategico e curativo attraverso l’individuazione caso per caso dei meccanismi fisio-patologici alla base della disfunzione e la decisione dei tempi e delle modalità di applicazione terapeutica. Il programma riabilitativo perineale è complesso e prevede l’utilizzo variamente combinato di tutte le modalità terapeutiche conservative: chinesiterapia, biofeedback, stimolazione elettrica funzionale (SEF) e tecniche comportamentali (indicazioni di igiene di vita, programma di minzione e/o evacuazione, consigli alimentari). La chinesiterapia può essere considerata il vero cardine riabilitativo.

Tecniche utilizzate:

 

  • Chinesiterapia pelvi-perineale: Insieme di tecniche di attivazione muscolare che hanno come scopo il miglioramento della funzione statica e dinamica. Importanza della consapevolezza del proprio corpo. Prevede l’informazione del paziente, la presa di coscienza, l’esecuzione attiva dell’esercizio e la sua automatizzazione. Porta ad una riprogrammazione sensitiva e motoria che coinvolge la muscolatura e il sistema nervoso centrale e periferico.

  • Biofeedback: Permette la conversione di un segnale biologico riferito ad una funzione organica (contrazione o rilassamento muscolare) in un segnale visivo o sonoro. Il paziente attraverso il ritorno informazionale sarà poi in grado di apprendere, riconoscere e infine correggere eventuali pattern dissinergici. E’ basato sulla terapia comportamentista. Prevede l’utilizzo di sonde endovaginali elettromiografiche o pressorie.

  • Elettrostimolazione funzionale: Tecnica passiva di propriocezione con effetto diretto sulle fibre muscolari; permette l’attivazione della motilità volontaria e il miglioramento del controllo neuromotorio e della inibizione detrusoriale con effetti positivi sul trofismo e sulla forza muscolare.

  • Terapia comportamentale

 

Associando queste tecniche, si elabora il trattamento che prevede la presa di coscienza del proprio piano perineale, il miglioramento della sensibilità, del tono e della forza muscolare, della capacità di contrazione, la correzione di alterazioni della statica pelvica, l’ottimizzazione degli automatismi, il rispristino di sinergismi respiratori addomino-pelvici e il recupero di una qualità di vita soddisfacente.

Servizi:

DONNA:

  • Vulvodinia

  • Dispareunia

  • Prolasso organi pelvici

  • Gravidanza e post parto

  • Riabilitazione post chirurgica addomino pelvica

  • Riabilitazione diastasi del retto dell'addome

  • Incontinenza urinaria e fecale

  • Stipsi

UOMO:

  • Incontinenza urinaria

  • Incontinenza fecale

  • Riabilitazione post chirurgica pelvica (prostatectomia radicale)

Chi ti seguirà

Dr.ssa Elia Bassini

Fisioterapista

Specialista in Riabilitazione del Pavimento Pelvico

Presedente Italiana GIS Pavimento Pelvico

Bassini%20Elia_edited.jpg