Fisioterapia Post Chirurgica

Alcuni infortuni o patologie possono rendere necessario un intervento chirurgico a cui segue un periodo di recupero più o meno lungo che dipende da più variabili come la severità, il tipo di intervento, le condizioni pre-operatorie, la compliance al trattamento. 

La riabilitazione post-chirurgica aiuta il processo di guarigione e massimizza gli outcome clinici di recupero post-intervento.

Questo intervento fisioterapico passa attraverso diverse fasi:​

Physiotherapy%20%20_edited.jpg

Affrontare la riabilitazione post-chirurgica con un fisioterapista
apporta una serie di vantaggi per il paziente:

  • Riduzione del dolore post operatorio attraverso l'educazione del paziente e la corretta gestione dei carichi

  • Recupero del range di movimento (ROM) più rapido possibile rispettando i tempi biologici di riparazione, le indicazioni del chirurgo e il dolore del paziente

  • Incremento della partecipazione ed aderenza del paziente alla fisioterapia 

  • Ridurre il periodo di ospedalizzazione assicurandosi un più rapido e migliore risultato finale nei termini di recupero da dolore e disabilità

  • Rispettare il processo di guarigione dei tessuti assicurando alle strutture operate un’appropriata progressione minimizzando la formazione di tessuto cicatriziale e fibrosi

  • Ottimizzare l’esposizione progressiva al carico

  • Sottoporsi ad un programma di rinforzo muscolare e ricondizionamento appropriato ed individualizzato per le proprie esigenze specifiche

  • Essere costantemente istruito su quale sia il migliore programma di esercizi da svolgere a casa a seconda della fase che si sta attraversando

  • Assicurarsi un graduato ritorno alla corsa (Return To Run), ritorno alla partecipazione agli allenamenti/attività fisica senza contatto (Return To Partecipation), ritorno alla partecipazione agli allenamenti con contatto (Return To Sport) e ritorno alla competizione senza restrizioni (Return To Play) solo dopo un appropriata valutazione inter-disciplinare allo scopo di minimizzare il rischio di re-infortunio

  • Migliorare la salute del paziente in generale alla ripresa delle attività a pieno regime

I fisioterapisti utilizzano tecniche e risorse differenti per assicurare questi servizi durante la riabilitazione post-chirurgica, quali ad esempio: gestione del dolore post-operatorio, terapia manuale, rinforzo muscolareprogressioni di caricoanalisi del passo e riallenamento dello stesso, lavoro specifico sul controllo motorio, rieducazione propriocettiva progressiva, etc.

I medici prescrivono anche dei periodi di riabilitazione pre-operatoria il che di base significa effettuare delle sedute di fisioterapia con lo scopo di conoscere al meglio ed in anticipo il processo di recupero, iniziare parte di esso già prima dell’intervento e rinforzare il proprio corpo da subito. E’ scientificamente provato che la riabilitazione pre-operatoria porta statisticamente a recuperi più rapidi e soprattutto migliori.

Sapere cosa ci aspetta può aiutare mentalmente e fisicamente a prepararsi in anticipo all’intervento chirurgico, coscienti di tutte le implicazioni. Un’operazione infatti può durare 1-2 ore ma le tempistiche della riabilitazione e del recupero variano molto a seconda della persona e dell’intervento, estendendosi da poche settimane fino a un periodo anche di un anno o più. Di conseguenza è importante per ogni paziente discutere di tutti questi aspetti col chirurgo e col fisioterapista, prima di sottoporsi all’operazione, così da sapere cosa aspettarsi nei termini di tempi di recupero e da farsi un’idea più precisa di come sarà l’intera esperienza.

Chi ti seguirà

Dr. Fabio Saccarelli

Fisioterapista, OMPT

Specialista in Fisioterapia Muscoloscheletrica

IMG_20191105_185733_edited_edited_edited